La metamorfosi di Dori, una povera cagna lasciata a morire in una cantina

Il 1 ° dicembre, al mattino presto, Jessica Coughlin, di la contea di Erie nello Stato di New York negli Stati Uniti fu chiamata dalla polizia di Buffalo.

Un piccolo cane inanimato fu trovato nella cantina di una casa. Quando arrivò sulla scena, la giovane donna vide qualcosa in un angolo buio, che non riuscì a identificare. "Non sapevo cosa stavo guardando, pensavo fosse solo una palla di pelo . Non c'era movimento, non potevo dire se era un animale, e se sì, che tipo di animale fosse, non potrei distinguere le estremità del suo corpo, non potrei nemmeno dire se quell'animale fosse vivo o morto , dice.

Poi si avvicinò e scoprì che questo animale era un cane abbandonato in un deplorevole , incapace di muoversi, ma vivo. Jessica Coughin la portò immediatamente al Rifugio Tonawanda, dove dopo essere stata esaminata dai veterinari per diverse ore, l'animale ottenne il diritto a una buona toelettatura.

La pelliccia opaca di Dori era più di 30 % del suo peso. Uno dei massicci peli che si erano formati cominciò a incastrarsi nella sua zampa e raggiungere il suo osso. Molto magro, il cagnolino soffriva anche di infezioni alle orecchie e agli occhi. Ma dopo ore di cura, Dori ha veramente metamorfizzato .

Mentre gradualmente riprende forza al rifugio, i suoi ex proprietari, Ronald e Shelly Breier, saranno ritenuti responsabili in giustizia. Sono previsti in tribunale all'inizio di gennaio.